Archivi tag: prosa d’arte

FRAMMENTI DI UN ROMANZO MAI SCRITTO II. #poesia #poesie #poeta #scrittura #prosa #narrativa #racconto #writers

Egli, stando per vocazione dalla parte del torto, non voleva sentire ragioni. A chi gli indicava la luna con un dito, replicava che quel dito poteva tranquillamente infilarselo nel culo. Oh, la socialità, questo irresistibile desiderio di annusarsi reciprocamente le … Continua a leggere

Pubblicato in mito moderno | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

FRAMMENTI DI UN ROMANZO MAI SCRITTO. #poesia #poeta #poesie #prosa #memoria #scrittura #scrittori #biografia

Inferno o paradiso, cos’era? La luce obliqua filtrata dagli scuri socchiusi non gli poteva certo riscaldare il cuore. Anzi, pareva come lama penetrargli la sanguinante anima. Il limbo solito, si penso’, il solito tedioso limbo del compromesso ad ogni costo, … Continua a leggere

Pubblicato in libero pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

SOLILOQUI DI UN PAZZO. #prosapoetica #frammenti #monologo #poesia #artista #burocrazia#diario #letteratura

Arriva il momento nella vita di ognuno della scelte improcrastinabile per sopravvivere al mondo: diventare pazzi o adeguarsi alla cretineria. I più, manco a dirlo, scelgono di sprofondare allegramente negli abissi superficiali della cretineria, forti del moto “l’unione fa la … Continua a leggere

Pubblicato in libero pensiero, Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Da Quer pasticciaccio brutto de Via Merulana di Carlo Emilio Gadda #letteratura #romanzo #duce #fascismo #novecento #prosapoetica #narrativa

Interpretazione di Alberto Massazza L’Urbe, propio al tempo de’suoi accessi di buon costume e di questurinizzata federzonite, l’ebbe a conoscere (1926-27) alcuni periodici strangolamenti di bambine: e ne reliquavano alle prata e le spoglie e lo strazio, e la misera … Continua a leggere

Pubblicato in libero pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , , | Lascia un commento

VINCENZO CARDARELLI #poesia #letteratura #novecento

Nato a Corneto Tarquinia (oggi semplicemente Tarquinia) nel 1887, figlio illegittimo (e non riconosciuto all’anagrafe dal padre) del gestore del caffé della locale stazione e dell’umile Giovanna Caldarelli, battezzato col nome di Nazareno, Vincenzo Cardarelli dovette sperimentare fin da piccolo … Continua a leggere

Pubblicato in Uncategorized | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

Terzo ed ultimogenito, educato nei valori dell’eguaglianza e della giungla. Inconsapevolmente londoniano, dunque. Il Venerdì della Passione, l’apprendista maledetto lo passava accompagnando la zia santa e un po’ bigotta nella sua domestica Via Crucis. Non è metafora: ella aveva adibito … Continua a leggere

Pubblicato il da albertomassazza | 1 commento