EGO E POLITICA #democrazia #culto #personalità

Albertomassazza's Blog

giano bifronteStrettamente connesso con i binomi (tendenti alla dicotomia) partitica-politica e rappresentazione-rappresentanza, di cui ho già scritto in questo blog, è il complicato rapporto tra ego e politica, anch’esso, ed in modo ben più insanabile, sempre in bilico sul baratro della dicotomia più conflittuale. Ego e polis sono costituzionalmente antinomici: da una parte, l’ambizione e l’interesse personale; dall’altra, l’amministrazione del bene comune. Ma non ci può essere polis senza ego; l’amministrazione del bene comune non può che essere delegata agli individui, scelti con criteri più o meno razionali, ma pur sempre portatori di ego. La qualità imprescindibile del buon politico dovrebbe essere, dunque, la capacità di distacco dal proprio ego. O meglio: il distacco nel momento della rappresentanza politica. Nella rappresentazione della politica, invece, il protagonismo dell’ego non solo è accettabile, ma, almeno in forme non strabordanti, è richiesto come indispensabile per attrarre il consenso.

A parte il culto della personalità…

View original post 153 altre parole

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...