ROKY ERICKSON E I 13TH FLOOR ELEVATORS #rock #psychedelia #garage

Albertomassazza's Blog

13th floorNon è per scomodare Plutarco, ma a volte ci si imbatte in biografie che, oltre ad essere parallele, sono state pressoché contemporanee. Dell’una, la più celeberrima, ne ho scritto qui: Syd Barrett, demiurgo e ispiratore dei Pink Floyd, meteorica icona di una Swingin’ London ormai inacidita. Dell’altra, concepita nel polveroso e idrocarburico Texas, ne vorrei narrare brevemente le gesta. Nel gennaio del 1966, ad Austin, con una session lisergica, si celebrò la nascita di una band composta dai transfughi di alcuni gruppi giovanili della scena cittadina. Nella casa abitata da Tommy Hall, un suonatore di Jug elettrificato (strumento composto da un bottiglione microfonato all’imboccatura che produce un suono simile al didgeridoo, ma più fluido e ritmico) e dalla compagna Clementine, Roky Erickson, cantante-chitarrista appena diciassettenne dotato di una voce energica e selvaggia, Benny Thurman, bassista, John Ike Walton, batterista e Stacy Sutherland, chitarrista, tennero a battesimo un nuovo gruppo…

View original post 492 altre parole

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...