L’ECCIDIO DI BUGGERRU #proletariato #minatori #sfruttamento

Albertomassazza's Blog

buggerruOggi, Buggerru è poco più che un villaggio di mille anime, una lingua di case incastonate nella vallata del Canale Malfidano, che si apre sul porto naturale di una piccola cala sabbiosa. Un paese ancora in attesa di un riscatto, impossibilitato da una politica mediocre a mettere a frutto in modo sostenibile lo straordinario patrimonio ambientale e culturale del suo piccolo territorio. A nord e a sud, tratti di costa tra i più suggestivi e meno contaminati dal turismo di massa dell’intera Sardegna, in un susseguirsi di scogliere selvagge e falesie, piccole e sorprendenti cale e qualche ditesa più lunga di sabbia. E poi, a segnare indelebilmente la memoria di questo paese, il motivo stesso per cui nacque Buggerru nel 1864: le miniere, in particolare proprio quella di Malfidano, di piombo e zinco, a ridosso della quale era stato fondato il paese.

Il giovane Stato Sabaudo evidentemente non volle gravarsi…

View original post 561 altre parole

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...