MASCHERE VERE #songwriter #songwriting #cantautori #cantautore #folk #rock #blues #pop #guitar

Un brano scritto nell’anno di grazia 1994, il più prolifico dei miei oltre trent’anni di cantautorato sommerso. L’ambivalenza della maschera, arma di difesa o di agguato, autenticità preservata o inganno latente, ad ogni buon conto qualcosa di imprescindibile anche nella più discreta vita di relazione.

Con le maschere vere e un sorriso svuotato
Sto cercando la strada per trovare me stesso
Qui c’è gente che sa ma che tiene nascosto
E si alza in giudizio con lo sguardo distorto

Eppure le maschere che indosso
Son la sola difesa di adesso
Sono l’unica strada d’uscita
Da una vita che poi non è vita

Ora dimmi che sai dei meandri contorti
Delle doppie facciate dei conflitti di mondi
Questi mondi che ho dentro e mi spingono contro
A cercare uno spazio dove il cielo è diverso

Ma il cielo è sempre lo stesso
E a nessun uomo è concesso
Di cambiar le regole del gioco
E respirare per poco

E le maschere vere che diventano false
Quando il gioco leggero è diventato pesante.

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in mito moderno e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...