TEMPESTA #songwriter #songwriting #singersongwriter #postrock #ambient #tempesta #storm #jazzon #rockit #guitarists

Un brano che mi sono trascinato dietro per diversi anni, più o meno dal 1993 al 2000. Definita la forma, l’ho abbandonato in un cassetto, quasi dimenticato, probabilmente per la mia incapacità di stare con la pratica al passo dellla concezione musicale. Ripreso negli ultimi anni nelle mie performances da busker, ora è uno dei brani di cui vado più orgoglioso, per la varietà di soluzioni ritmiche, armoniche e melodiche.

Vento freddo urla nella tempesta
E si muove l’aria che mi circonda
L’umido mi entra dentro le ossa
Sento freddo e non sai riscaldarmi.

Vedi sto cadendo mi rialzo sono forte
Mi manca qualcosa che non so non capisco

Vento freddo sputa in faccia le onde
E le alghe sbattute sulla spiaggia
Ho bisogno di sentirmi importante
E non solo per una persona

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...