REQUIEM (& SWEETDREAMS) #songwriters #songwriter #songwriting #jazzcafè #rockmusic #folkmusic #guitarplayer #singers #cantautori

Ho iniziato a giocare con le canzoni da bambino. A 10 anni rivoltavo i testi delle hits di quegli anni e rivoltando i testi, finivo per riplasmare le melodie. Le parole per me avevano il valore di annotazioni musicali. Ignorantissimo di teoria musicale, il testo era il mio spartito. Dalle parole sgorgavano direttamente la melodia e l’armonia. Ora che ho qualche cognizione di causa in più (neanche tante!), la musica la trovo direttamente sulla tastiera della chitarra e non ho più bisogno di associarla a parole per fissarla. Così, quasi una nemesi, mi capita sempre più spesso di comporre brani strumentali di cui non mi viene il testo. Allora mi devo rivolgere alle poesie scritte negli ultimi anni, come questa, del 2014 (presente in questo blog). Poi capita anche che il giro di accordi richiami una vecchia Hit degli anni ’80. E si ritorna a bomba.

https://albertomassazza.wordpress.com/2017/10/28/requiem-poesia-spiritolibero-pensiero-2/

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in mito moderno e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...