KASPAR HAUSER #poesia #società #appartenenza

Come chi, prima di me,
inadeguato al mondo convenienza,
catapultato da realtà parallele
nell’inappartenenza, tra frizzi
e lazzi, la noia e ‘sti gran cazzi,
interminabile agonia della meraviglia.
Chi gioca a fare lo scienziato
impertinente su di me?
Fatevi avanti, vi fornirò un cadavere
con le sue belle oasi di cancrena.
Coraggio, vi fornirò un cadavere
per il progresso della scienza.
Non scherzo, venite a banchettare
al tavolo apparecchiato dell’autopsia.
Io credo senza indugio
alla cretineria dei vostri
esperimenti: anch’io mi sono
allineato alla schiera
degli scienziati impertinenti.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in mito moderno e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...