L’ORO DI CAGLIARI #eventi #turismo #cultura

In una guida turistica della Pirelli dei primi anni ottanta che cercava di inseguire vanamente la rivale francese Michelin (mio padre, medio quadro nella ditta che fu di Leopoldo e poi dei Moratti, aveva ampia disponibilità di gadget di vario tipo) lessi un breve ma illuminante brano di Guido Piovene che, cogliendo perfettamente nel segno, individuava la vera ricchezza di Cagliari non tanto nel cospicuo (ma meno pregevole di tante altre città d’arte italiane) patrimonio artistico e culturale, quanto nell’infinita offerta di scorci paesaggistici che Cagliari è in grado di offrire dall’alto dei suoi tanti colli come dalle erte dei suoi storici e meno storici quartieri. Scorci che si aprono sul mare, sulla laguna, sulla campagna e sui monti, ma anche su angoli nascosti della città o sulle fughe prospettiche delle architetture disposte in modo al contempo conciliante e contrapposto rispetto alle sagome più caratteristiche dello Skyline cagliaritano: quelle  della Cattedrale e delle due poderose torri trecentesche pisane superstiti.

Da questo punto di vista è da accogliere favorevolmente che si sia finalmente pensato al (ri)lancio turistico del capoluogo sardo sfruttandone la ricchezza paesaggistica, come testimoniato (almeno nelle intenzioni) dal recente festival CAGLIARIPAESAGGIO, manifestazione che ha interessato l’area metropolitana per tutto il mese di luglio dell’anno in corso. Purtroppo, per il momento, solo nelle intenzioni, perché a latitare sono gli eventi culturali correlati veramente attrattivi ed è alto il rischio che la buona idea dell’amministrazione si trasformi nell’ennesimo vano tentativo di fare le nozze con i fichi secchi. Gli eventi attrattivi, quelli che vedono protagonisti artisti e intellettuali in grado di calamitare sulla città flussi di turismo internazionale di qualità, sono assenti da lungo tempo; per ritrovarne qualcuno bisogna andare alle gloriose edizioni di Jazz in Sardegna.

Proprio a proposito di jazz (ma un discorso analogo può essere fatto per il mondo operistico-sinfonico-cameristico, della tradizione popolare, letterario e cinematografico, tutti facilmente coniugabili con il paesaggio), la straordinaria fioritura di jazzisti sardi degli ultimi trent’anni e la contemporanea fioritura di festival jazz è coincisa con la lenta agonia e la morte della madre di tutti i festival jazz, appunto Jazz in Sardegna. Possibile che il capoluogo sardo non possa fare rete con le grandi realtà isolane e creare a Cagliari eventi di caratura internazionale?. Possibile, passando al folklore, che Sant’Efisio non possa mettersi a capo di una rete che valorizzi l’enorme patrimonio di cultura e arte tradizionale? Possibile che dall’interessantissimo percorso della Fondazione del Teatro Lirico cagliaritano degli ultimi decenni non possa scaturire una stagione di livello adeguato all’attrazione turistica nella lunga buona stagione cagliaritana?

No, nulla di tutto ciò è impossibile, a patto che gli investimenti di settore abbiano questa priorità e non si disperdano nei mille rivoli che portano acqua solo ai bacini elettorali dei politici. E che da questa possibile (ri)nascita di Cagliari non venga fuori il miracolo di una mentalità dominante non più ammorbata dalla micidiale miscela di supponenza e indolenza, ma tesa a spaziare, in perfetta sintonia con le infinite fughe prospettiche e paesaggistiche delle sue architetture e dei suoi scorci.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...