APNEA #poesia #universoversi #VentagliDiParole

fussli demoni

Il fiato che si ostina
a ricercare ossigeno
dove non filtra luce.
Le nari che s’inebriano
del tanfo accomodante
nell’antro chiuso all’ordine
costituito, in maschera
posticcia di natura.
Non morderti la coda, Cerbero,
che non se ne ha mai abbastanza
di condizioni che impongono
riflessi ad automi a sangue
caldo, in estenuanti florilegi
di compiacimenti e commiserazioni.
Rigogliosa aridità del benessere,
sobria e inderogabile legge
del piacere, dolce veleno
del conforto obbligato
in questa landa lacrimevole.

Continuate a ingrassare i preti
e lasciate all’inedia i poeti.

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...