LA SEMINA DELL’ATTIMO #poesia #fortuna #carpediem

nike

Colui che colse l’attimo
mai fu abbastanza grato a chi
seminò quell’attimo nel campo
degli eventi e con solerte
cura ne accompagnò la crescita
precaria; né ringraziò mai il saggio
solitario che ne svelò il tesoro
celato sotto coltre di miseria.
Colui che nell’attimo eternò la gloria
effimera, nel bacio bendato del colpo
di dadi non riconobbe la mano oscura
dell’umile demiurgo; non colse mai
nell’alea l’incantesimo del visionario,
ingobbito dallo sguardo perennemente
teso in un avanti imperscrutabile
all’occhio del pragmatico.
Colui che colse l’attimo, il ladro
riverito, non emendò il furto
legittimo in rito condiviso
e l’esclusivo gesto magnanimo
ottenne gratitudine abusivo.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...