LA VANTERIA DELL’INVENTARIO #poesia #felicità #vita

grosz

Da tanto ho messo in conto
che non altra promessa di felicità
possa essere concessa e mantenuta
senza il gravame impalpabile
della cretineria, ma il ventre mio
borbotta inaudito il disappunto
e non si sazia di questo surrogato.

Tu non capisci, certo, e non conosci
la lama intraversata negli interiori
anfratti; la cote che l’affila
è il pigro sguardo che non oltrepassa
il limite elusivo del bello
e del brutto, del buono e del cattivo.

Ho praticato anch’io la vanteria
dell’inventario, così per noia,
l’orgoglio e simultanea la vergogna,
ma il mio catalogo non ha che sfumature
indecifrabili, leggere venature
di un magma per altro indistinguibile.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...