MORMORATA NOTTURNA #mare #poesia #memoria

20100926-1. Mare-Notte B-NLa notte illune non lo condusse
al sogno, ma al placido
riposo del fanciullo, inopinato
sonno che lo colse inerme,
mentre seguiva ormai perdute
orme, una svanita scia.
All’asciutto lasciato in coperta,
nella prora del natante pneumatico,
la sciabordante culla approfondiva
il sonno infecondo del visionario
in erba. La costa era un accenno
appena, un tratto di matita distinto
a stento dalle tenebre; l’olio
del mare pareva esortare il selenico
chiarore a disegnare cangianti
sentieri, ma non sedusse l’astro,
che il mensile riposo era sacro.
Più giù, le lenze assecondavano
la famelica veglia della zebrata
preda e di altri destinati in salamoia.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...