L’ACCENTO DEL DEMONE #poesia #anima #daimon #pensiero #religione #morale #libertà


laocoonte

Girava e rigirava i pollici,
lo scavezzacollo; nella gabbia
dell’impaziente attesa,
l’anima in pena
odorava di santità
respinta ancora in erba,
ma dal brillio dell’occhio
s’appalesava la possessione
di un dèmone introspettico.
Non si pronunciava,
all’ombra della croce,
la parola sdrucciola
e lo spirito altro,
l’accento in piano variato,
la maledizione
si ritrovò addosso.
Pensare che sentiva
la fioritura dissacrante
come una vocazione
di cui omaggiare il mondo,
slegarlo da catene
e penitenze, dall’atroce
supplizio del solenne.
Non fu mai messo al rogo, certo,
ma indotto alla quotidiana
abiura del suo equilibrio
centrato sulla pancia.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a L’ACCENTO DEL DEMONE #poesia #anima #daimon #pensiero #religione #morale #libertà

  1. albertomassazza ha detto:

    L’ha ribloggato su Albertomassazza's Bloge ha commentato:

    #PoesiaeVita #poetiitaliani #poesiaitaliana #filosofia #spirito

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...