FOLLIE! FOLLIE! #poesia #follia #maschera

pantomimaChe la vertigine della città si sciolga
nello stillicidio dei dissimulati umori
e anneghi in esso l’avido commercio
dei buoni e ostentati sentimenti.

Non mi ci trovo nella diffusa
pratica della follia stereotipa,
della conforme evasione dalla norma.
Per conto mio, conosco, caro Clemente
Rebora, l’abbandono alla demenza
che non sa impazzire; o, come
il demoniaco Achab, alla follia
invasata che s’acquieta solo
per meglio comprendersi; o a quella
simulata d’Amleto, follia di ventre
che si finge di ragione, disperato
esorcismo sulle macerie del disincanto.

Chi ride del folle ne teme
la spassionata logica che attenta
alla miseria variopinta
del migliore dei mondi possibile.
Chi ride del folle non ha lacrime
che per se stesso ed ha disimparato
a versarle.

Un tempo era sacra, la follia;
ora, lasciatela, vi prego,
tra le poche cose serie
che ci sono rimaste.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a FOLLIE! FOLLIE! #poesia #follia #maschera

  1. cinzia ha detto:

    bella bella bella

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...