FALSA STAGIONE #poesia #clima #migrazioni

storniLo stormo di storni
ritorna e reinventa i ventagli.
Quest’anno l’inverno è un inganno,
un tempo sospeso che non offre spiragli.
Non cede all’affronto
l’autunno del nostro scontento.
Nel tepore, la terra
è inzuppata di pianto.

Lo stormo di storni
si affida all’infida mitezza.
In proteiformi volute
procede la sincronica danza.
Del gelo non teme il ritorno,
ma gode l’effimero incanto.
La terra è una spugna
macerata dall’avido pianto.

Lo stormo di storni
ritorna, reggimento fluttuante.
Non teme l’assalto del ghiaccio,
ma la grigia cornacchia gracchiante.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...