AMARO AMARE #poesia #amore #memoria

 

adamo eva rubens

Non mi è rimorso il volontario
esilio, la cernita sospesa
tra l’amore che nega il sangue
e l’amore che annega nel sangue.

Non qui sta il filo della trama;
qui non richiama della memoria
il tarlo: grava la vita solitaria
non altro che in evanescente compagnia.

Amore, compenetrante amore, amore
che non lascia alternativa: tu
non mi sei mai appartenuto, io
non ti son mai appartenuto.

Amore vagheggiato, enucleato,
amor di rullo armato, amar
padrone: mi sorprendi prono,
ma fermo nel distacco.

L’arbitrio di quale buco nero
stabilì l’unità di misura
per la siderale distanza
della mia inappartenenza?

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Digressione | Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...