IL DECADUTO DI PIETRA #berlusconi #governoletta #grillo

berlusconiSi fa presto a dire decaduto! Tu ti aspetti l’uscita di scena, dato che il decaduto non ricopre più cariche pubbliche e invece no. La stampa, ormai assuefatta al virus della morbosità gossipara, non riesce proprio a rinunciare al funambolico cazzone pregiudicato, anche a costo di far passare la pantomima delle beghe interne al Milan come una vicenda di cruciale importanza per le sorti dello stato. E questo mentre la betise creativa del Consiglio dei  Ministri battezza un’altra imposta nel pasticciaccio brutto dell’Imu, la Iuc, e voci autorevoli  fanno sapere che non ci sono le coperture per l’abolizione della prossima rata della vecchia imposta, scadente il 16 dicembre. Ma c’è da stare tranquilli: il premier dice che ora che le truppe del decaduto sono uscite dalla maggioranza, il governo (che Candide non avrebbe avuto difficoltà a definire il migliore dei governi possibili) farà un repentino cambio di passo e risolleverà il paese dalla palude in cui è stato inghiottito.

Non fosse per il fiato pesante della Magistratura sul collo, il cavaliere (cavaliere? Di fatto dovrebbe già essere decaduto, en attendant l’ufficialità) sarebbe nelle migliori condizioni per riorganizzare la maggioranza cazzona dell’Italia e guidarla verso un suo nuovo mirabolante exploit. Anche perché dall’altra parte, il reality delle primarie (che poi non sarebbero primarie, ma semplicemente l’elezione del segretario) segna uno share da flop, a dimostrazione di un crollo della partecipazione emotiva rispetto alle vere primarie dell’anno scorso.

Preparatevi dunque all’accanimento terapeutico della stampa sull’agonizzante pregiudicato di Arcore, vuoi perchè il decaduto continuerà ad esercitare il suo fascino indiscreto sul posticcio popolo italiano, con conseguente effetto traino su vendite ed audience; vuoi perché, se non si parlasse del decaduto, si dovrebbe parlare del resto: ad esempio di un governo che si diletta a cambiare nome quotidianamente ad un pasticcio d’imposta; o dei tre candidati alla segreteria del partito che dovrebbe sfruttare la situazione, che non sanno far altro che parlarsi addosso; o di un pitbull miliardario e cazzone che continua a rimestare nel ventre molle della massa e ad agitare la piazza come se fosse un manganello.

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...