ITALIA 2020 #fantapolitica #futuro #apocalisse

 

 

itaglia

No, non è l’Olimpiade che seguirà quella brasiliana del 2016 e nemmeno il Campionato Europeo di calcio o qualcun’altra manifestazione sportiva. E neanche culturale o politica o economica. Italia 2020 è come m’immagino il Belpaese in un futuro prossimo che i fatti degli ultimi mesi hanno reso ancora più prossimo.

Innanzitutto, la Repubblica Italiana non esisterà più, portata  all’eutanasia da una classe politica corrotta e inetta e da un popolo schiamazzante che si bea della propria idiozia. I centri storici delle città d’arte saranno trasformati in enormi resort, cintati da possenti mura e difesi da sofisticati armamenti. L’Unesco avrà cura della loro conservazione, l’Esercito franco-teutonico ne sorveglierà i confini e la Nuova Mafia Umanitaria, la confraternita dei feudatari italiani e dei mafiosi ammessi al programma di recupero, si occuperà dell’accoglienza e dell’animazione.

E il popolo? Il popolo (quello vero, dico, non i milioni di vassalli, valvassori e valvassini che si spacciano per popolani) vivrà fuori dai resort, nelle lande desolate dove vigerà la legge di Hobbes. Di tanto in tanto, nei giorni consacrati alla solidarietà, i confratelli della Nuova Mafia Umanitaria spareranno con speciali cannoni viveri ed altri beni di prima necessità nelle lande desolate e i popolani si scanneranno tra loro per appropriarsene.

Il lavoro non sarà più un problema. I più fortunati di loro faranno da sguatteri negli immensi resort, per qualche Euro all’ora; i bimbi più belli potranno avere l’onore d’essere accolti nella nuova Chiesa del fanciullo amore, sorta dalle ceneri del Cattolicesimo, collassato dopo il fallimento totale della quinquennale campagna di marketing pauperistico. Tutti gli altri potranno coltivare, cacciare e pescare a piacimento, ammesso che si possa cavare qualcosa dai loro miseri territori.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...