I NODI AL PETTINE #berlusconi #magistratura #governoletta #m5s

 

senato

E si ritorna sempre allo stesso punto: un vecchietto che, grazie al consenso di milioni di cazzoni, tiene in ostaggio un intero paese, subordinando ogni azione di governo alla sua necessità di essere al di sopra della legge. Fallite le due prime possibilità di metterlo una volta per tutte con le spalle al muro (un esito elettorale che garantisse autonomia al centrosinistra o un accordo post-elettorale tra progressisti e M5stelle), resta in campo la terza e ultima opzione: che i grillini la smettano di perdere tempo in questioni prive di peso specifico, buone solo per strategie di marketing elettorale, e inizino seriamente a dialogare con tutte le forze parlamentari che abbiano intenzione di evitare l’ennesimo stupro del caimano ai danni della vita democratica del paese. Il Movimento5stelle può anche avere tutte le ragioni per rivendicare la propria estraneità al sistema e negare ogni ipotesi di collaborazione con le altre forze, ma in politica la purezza è un lusso che nessuno si è mai potuto permettere e, di fronte a una priorità così lapalissiana, non ci si può nascondere dietro ad essa. La debolezza del Governo Letta è sotto gli occhi di tutti, sia per il forte condizionamento di Berlusconi, sia per i malumori interni al Pd. In Parlamento ci sono le possibilità per creare nuovi equilibri, capaci di marginalizzare definitivamente Berlusconi e consentire azioni di governo ben più incisive delle foglie di fico di Letta.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...