HABEMUS REBUS! #conclave #elezionepapa #vaticano

 

ratzinger

Se facessero un Papa nero, o comunque del sud del mondo, sarebbe una cosa democratica, dato che la maggioranza dei cattolici appartiene ormai a quella parte del mondo. Ma ciò sposterebbe il baricentro della chiesa lontano dal Vaticano e magari anche la stessa sede.

Se facessero un Papa nordamericano, si potrebbe andare verso una ricomposizione della cristianità cattolica e protestante, ma, al contempo, si aprirebbe una frattura con il sud del mondo, vero motore propulsivo del cattolicesimo contemporaneo.

Se tutto si risolvesse in una prova di forza delle correnti e si eleggesse un Papa italiano, il rischio di andare verso un lungo periodo di scismi a effetto domino sarebbe alto.

La soluzione più salomonica potrebbe essere l’elezione di un Papa spagnolo o ispanico, che potrebbe rappresentare uno dei pochi punti di equilibrio tra vecchia e nuova geografia del cattolicesimo.

Ad ogni buon conto, chiunque salga al soglio pontificio, sarà chiamato a guidare la chiesa in uno dei periodi di maggiori trasformazioni della sua storia millenaria.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...