PENSIERO TREMENDO #degregorio #berlusconi #governoprodi

 

de gregorio

Perchè un ex senatore plurinquisito, trasformista per vocazione, in odor di criminalità organizzata e di servizi segreti deviati, decide di confessare il segreto di Pulcinella della compravendita parlamentare del 2008, proprio all’indomani di un esito elettorale che ha consegnato l’Italia nel caos?

La tempistica perfetta dovrebbe quantomeno insospettire: non è che, in previsione di una non improbabile nuova tornata elettorale, si voglia togliere di mezzo Berlusconi per far confluire il suo elettorato sull’astro politico del momento?

Non è che certe zone d’ombra tipicamente italiane abbiano deciso che l’anarchismo grillino sia in grado di tutelare meglio i loro interessi del caimano resistente, ma pur sempre al tramonto?

Se così fosse, prepariamoci a tempi molto, molto bui.

P.s.: questa è la biografia di Sergio De Gregorio .

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in politica. Contrassegna il permalink.

4 risposte a PENSIERO TREMENDO #degregorio #berlusconi #governoprodi

  1. Davide Occhicone ha detto:

    non è che scaduto il termine della legislatura il tale de gregorio ha dovuto iniziare a difendersi legalmente (prima era stato bloccato tutto visto il suo status da parlamentare) e visto che è stato lasciato fuori dalle liste ha pensato di portare nel “problema” anche il corruttore?
    dico per dire, eh
    alle volte, occam…. sai….

  2. gigio ha detto:

    A giugno la camera e il senato hanno respinto a piena maggioranza la richiesta di arresti domiciliari per De Gregorio. Finchè è stato in Parlamento lo hanno tutelato. Ora che è uscito è nella cacca. Quindi ha pensato bene di consegnarsi da solo, di vuotare il sacco e sperare in bene.

  3. rosalba cosenza ha detto:

    l’occupazione del tribunale, la delegazione del pdl al capo dello stato, rendono chiara l’idea di come sia il capo che i componenti del partito credano nella loro innocenza..del resto continua la mistificazione sull’uso della parola “democrazia” comne se fosse democratico restare in politica convivendo con un personaggio così compromesso e con un sospetto di corruzione così grave…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...