BEPPE AL BIVIO #beppegrillo #m5stelle #elezionipolitiche

grillo

Una cosa è sotto gli occhi di tutti: il Movimento5stelle ha le sorti della legislatura in mano.

Grillo, che già in campagna elettorale aveva candidamente ammesso che il movimento non era pronto per governare, oggi ha espresso un moderato entusiasmo per l’esperienza siciliana di Crocetta. Di più, Dario Fo, intervistato ad Otto e mezzo, si è detto abbastanza sicuro di un compromesso tra Bersani e Grillo, anche per isolare Berlusconi.

Gli scenari che si aprono sono due: la riproposizione a Roma dell’esperimento di Crocetta a Palermo, con i grillini ragionevolmente collaborativi; altrimenti, un bluff di Grillo, che inizialmente mostra interesse per le proposte di Bersani, per poi, al momento opportuno, far saltare il tavolo e andare alle elezioni con fondate possibilità di arrivare ad avere la maggioranza in una o in entrambe le Camere.

Per farla semplice, prevarrà la ragione di fondo del movimento stesso, vale a dire la partecipazione alla gestione della cosa pubblica, o l’istinto dell’animale politico Grillo, che oggi legittimamente può fare la bocca a un successo completo in una nuova tornata elettorale a stretto giro? Prevarranno le facce pulite e la buona educazione dei nuovi eletti o i toni violenti, anche intimidatori, che Grillo e molti attivisti usano nelle piazze e sul web? Questi toni violenti sono una geniale strategia di marketing per consolidare il senso di appartenenza o c’è, nel fondo, un reale spirito da ghigliottina?

Un accordo potrebbe garantire una svolta popolare ancor più radicale di quella che avrebbe potuto garantire un centrosinistra autonomo. C’è qualche tabù da abbattere, ma Bersani è un ottimo mediatore.

Da tutto questo non dipenderà solo il destino della nascente legislatura, ma il futuro dell’Italia. Ora è il momento dei fatti.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in politica e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

16 risposte a BEPPE AL BIVIO #beppegrillo #m5stelle #elezionipolitiche

  1. Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

    Che Grillo voti la fiducia ad un governo Bersani (o Renzi o chicchessia non M5S) lo vedo molto improbabile, il governo si può fare solo se il PD da un appoggio esterno ad un governo M5S, non cambia molto un provvedimento per essere approvato in tutti e 2 casi deve avere il consenso di entrambe le forze politiche.

    • albertomassazza ha detto:

      Innanzitutto, Grillo non vota; votano i 54 senatori. Secondo, il centrosinistra ha la maggioranza alla Camera; terzo, il m5stelle è in grado di mettere su un governo? Perchè Bersani la squadra ce l’ha già pronta e bisogna anche fare le cose in fretta.

      • Mauro ha detto:

        sono 20 anni che aspettiamo un governo, forse possiamo permetterci di aspettare ancora un pochino, non penso sia il momento di fare le cose di corsa

      • albertomassazza ha detto:

        Senti, a Parma ci hanno messo 2 mesi per fare una giunta e non mi sembra che le cose siano cambiate di molto; pensi che il governo nazionale possa permetterselo? Sai quanti miliardi di euro andrebbero in fumo, con tempi del genere? Non bastano le buone intenzioni.

      • Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

        Credo che con sua immensa sorpresa gli eletti di M5S voteranno come un uomo solo, e poi se un governo lo ha messo su Berlusconi con Fitto, Galan, Romano, Gelmini etc come fa Grillo a farne uno peggio??????????????????

      • Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

        A proposito non sono un grillino ed ho passato un po di tempo in giro per i forum per contrastare le loro idee più sconcertanti, leggi moto perpetuo e signoraggio bancario, ricordo anche di un thread Casalinghe vs Prof universitari… loro sostenevano che le casalinghe amministrano meglio io ero per i prof, bocconiani o non…. Ora sono usciti con un post che sostiene che l’88% dei loro eletti sono laureati, la più alta fra tutte le forze politiche l’unica che ho potuto verificare, ex greenpeace, si è laureata a 21 alla Alabama University… speravo MIT e columbia, ci dobbiamo accontentare.
        L’onda é alta, molto alta, se non ora il prossimo anno arriveranno al governo, quindi meglio ora che la fiducia gliela puoi togliere che dopo che avranno la maggioranza assoluta

  2. albertomassazza ha detto:

    guarda che non hai capito bene: non si tratta di fare un governo meno peggio del peggio…con questi ragionamenti si finisce molto male…la campagna elettorale è finita! Ora si tratta di fare un governo di svolta che solo Bersani è in grado di organizzare…se lo si capisce bene, altrimenti si va di nuovo ad elezioni e se il m5stelle avrà la maggioranza in entrambe le camere, farà il suo governo e vedremo di cosa saranno capaci…perchè l’incompetenza fa più danni della disonestà!

    • Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

      Bersani ha perso le elezioni, oh scusa le ha “non vinte”, Grillo le ha vinte, é una tassa che bisogna pagare, adda passà ‘a nuttata, fidati meglio adesso che dopo, li metti alla prova se sono incompetenti potresti vincere le prox elezioni, oddio non hai vinto le elezioni dopo che la Gelmini é stata Ministro dell’istruzione……..

  3. loscalzo1979 ha detto:

    Siamo Onesti: tutti si sapeva che Bersani, nel caso al Senato succedesse che il PD non aveva la maggioranza, avrebbe puntato al dopo elezioni a una Grosse Koalition con Monti….poi le elezioni hanno determinato l’inutilità numerica di Scelta Civica.
    perc arità potrebbero provarci uguali, con i voti al senato arriverebbero a 140-44 voti e gliene mancherebbero 15-20 per la maggioranza, potrebbero sperare in qualche 5Stelle “responsabile”, ma la vedo dura.

    Quind un “modello Sicilia” per fare le riforme necessarie (sistema elettore, taglio dei costi della politica, riforma del lavoro e rilancio dell’economia) oltre magari a quelle “questioni in sospeso” (conflitto d’interessi, riforma della giustizia) che hanno portato alla situazione di questo paese per poi riandare a votare tipo l’anno prossimo e magari accorpare regionali ed europee assieme, almeno così il ricambio politico sarebbe generalizzato in tutto il paese

    • albertomassazza ha detto:

      se si inzia a collaborare col m5stelle, ci potrebbero essere molte sorprese, persino che la legislatura duri 5 anni, con un rimpasto a metà mandato per inserire i grillini al governo. Il difficile sarà avviare questa fase, ma una volta avviata, le prospettive potrebbero cambiare radicalmente.

      • loscalzo1979 ha detto:

        Vedremo se il Tempo darà ragione o meno a questa cosa, per ora è tutto Fantapolitica

      • Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

        Sognare é bello, ma i sogni difficilmente si realizzano, perchè se loro sono OGGI maggioranza ti dovrebbero far governare per 5 anni? Non sono la lega che al massimo del suo splendore era al 8% quindi per forza dovevo trovare un alleato forte per governare.

  4. Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

    Credo che anche tu rimarrai molto sorpreso dalla “irresponsabilità” degli eletti M5S usano il modello dei “Piraten” nordici, non sono deputati ma “portavoci” del movimento, le loro opinioni personali li mettono in secondo piano rispetto alle decisioni prese dal movimento in rete.

    • albertomassazza ha detto:

      Guarda, io non rimarrò sorpreso, per il semplice fatto che non mi aspetto nulla…sto a vedere come si evolve questa situazione kafkiana, punto. E comunque, la campagna elettorale è finita, c’è un parlamento nel quale ogni eletto si deve prendere le proprie responsabilità. Io posso dire quello che mi auspico, non di certo quello che accadrà.

      • Giovanni Massimo Micalizzi ha detto:

        Loro la responsabilità se la sono presa, non appoggeranno nessun governo che non sia un monocolore M5S, Bersani riuscirà ad essere al livello di Berlinguer????
        Anzi ti dico invece di riunire un consiglio di ministri, trovare la quadra per una legge e vedermela bocciata in parlamento in cui non ho una maggioranza precostituita preferisco di gran lunga che altri propongano ed io boccio quelle che non mi soddisfano.
        Ti ripeto :
        “il governo si può fare solo se il PD da un appoggio esterno ad un governo M5S, non cambia molto un provvedimento per essere approvato in tutti e 2 casi deve avere il consenso di entrambe le forze politiche.”

  5. geopapy ha detto:

    Se avranno la maggioranza assoluta sarà perchè il popolo l’ha voluto,ed il popolo è sovrano,anche se cercano di farcelo dimenticare!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...