GEORG BUCHNER, UNA VITA BREVE E STRAORDINARIAMENTE INTENSA #georgbuchner #teatro #woyzeck #espressionismo

Immagine

Parlare di vita breve e intensa, in riferimento alle biografie di molti artisti e intellettuali prematuramente scomparsi, può apparire un clichè. Nel caso di  Georg Büchner, piuttosto, dev’essere considerato un eufemismo. Nato nell’ottobre del 1813 e morto di tifo nel febbraio del 1837, in poco più di 23 anni, Büchner riuscì a conquistarsi autorevolezza come scienziato, intellettuale e, soprattutto, autore di teatro.

Sulle orme del padre, si iscrisse e laureò in medicina, destando l’interesse del mondo accademico con una dissertazione sul sistema nervoso dei pesci. Contemporaneamente agli studi in medicina,  fu un fervente attivista per l’emancipazione delle masse popolari, fondando, con l’amico Ludwig Weidig, la Società per i diritti umani e pubblicando opuscoli esplicitamente rivoluzionari (“Pace alle capanne! Guerra ai palazzi!”). L’impegno politico gli valse il sospetto delle autorità, tanto da costringerlo all’esilio, prima a Strasburgo e poi a Zurigo, nella cui Università discusse la tesi di laurea.

Probabilmente fu proprio a causa di questo  essere sorvegliato dalle autorità che il giovane medico decise di portare avanti le sue idee su un piano più mediato, iniziando a scrivere per il teatro. Nel breve volgere di 2 anni scrisse tre opere teatrali: il dramma storico La morte di Danton, sulle derive della rivoluzione; la commedia Leonce e Lena, amara riflessione sulle ingiustizie sociali e sul conflitto insanabile tra ragion di stato e sentimenti; il dramma Woyzeck, rimasto incompiuto, ma, nonostante ciò, fondamentale pietra miliare della letteratura teatrale di tutti i tempi. In quest’ultimo dramma incompiuto, ispirato ad un fatto di cronaca, Büchner affronta tematiche quali l’alienazione sociale, anticipando in modo prodigioso il teatro di Bertolt Brecht ed espressionista in genere. Dal Woyzeck, il compositore  Alban Berg trasse il suo Wozzeck, capolavoro della musica atonale e tra i più importanti esiti del teatro musicale del novecento.

altro su

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in mito moderno e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a GEORG BUCHNER, UNA VITA BREVE E STRAORDINARIAMENTE INTENSA #georgbuchner #teatro #woyzeck #espressionismo

  1. andreabozzi ha detto:

    mah quando che cambier la cultura in questo paese se si pu chiamare cos?

    ________________________________ Da: Albertomassazza’s Blog A: andreabozzi85@yahoo.it Inviato: Mercoled 6 Febbraio 2013 19:47 Oggetto: [New post] GEORG BUCHNER, UNA VITA BREVE E STRAORDINARIAMENTE INTENSA #georgbuchner #teatro #woyzeck #espressionismo

    WordPress.com albertomassazza posted: “Parlare di vita breve e intensa, in riferimento alle biografie di molti artisti e intellettuali prematuramente scomparsi, pu apparire un clich. Nel caso di Georg Bchner, piuttosto, dev’essere considerato un eufemismo. Nato nell’ottobre del 1813 e mort”

  2. albertomassazza ha detto:

    L’ha ripubblicato su Albertomassazza's Bloge ha commentato:

    #teatro #GeorgeBuchner #Woyzeck #Wozzeck #opera #musica #società #espressionismo guerra #alienazione #potere

Rispondi a andreabozzi Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...