IL SINCRETISMO CONTRASTATO DEL VANGELO #cristo #dioniso #demetra #osiride #mitra

catacomba

Alessandro Magno preparò il terreno per la diffusione del cristianesimo, prima di morire non ancora trentatreenne, nel 323 a.c.. Attraverso le sue conquiste, il condottiero macedone diffuse la cultura greca, creando i presupposti per la formazione della Koiné, il greco ellenistico. Dapprima, questo terreno fu fecondo per gli scambi e i sincretismi tra i culti misterici diffusi in ogni angolo dell’impero. Il dilagare del cristianesimo trovò probabilmente buona accoglienza negli ambienti semi clandestini deputati ai culti misterici, in virtù dei tanti aspetti comuni, compresa la Koiné, ormai divenuta lingua franca del Mediterraneo. Il cristianesimo fissò la sua liturgia sulle date cerimoniali degli altri culti, probabilmente anche con l’obiettivo di attrarne i fedeli.

Questo sincretismo è testimoniato in maniera contraddittoria dagli stessi Vangeli canonici. Se, da una parte, la fuga in Egitto e l’adorazione dei Magi fanno pensare all’accoglienza nella nuova religione di istanze osiriche e mitraiche, queste ultime attraverso la mediazione dello zoroastrismo, di cui i Magi erano sacerdoti e che aveva accolto nel proprio Pantheon il più arcaico Mitra, trasformandolo in una figura molto simile a quella di Cristo; dall’altra parte, molti punti del Vangelo fanno pensare a un rigetto verso altri culti misterici, come il dionisismo e il demetrismo, probabilmente per le loro ritualità legate alla frenesia estatica, se non orgiastica. Potrebbe essere interpretato in questo modo il celebre passo dell’indemoniato che viene liberato dalla possessione, scaricandola sui maiali (animali sacrificali di Demetra), i quali poi si lanciano da un dirupo; così come il disseccamento del fico, pianta sacra a Dioniso, operato da un Cristo insolitamente vendicativo. E ancora a questo rigetto possono essere ascritti la moltiplicazione del pane, fondamentale nel culto di Demetra, e la trasformazione dell’acqua in  vino, di cui Dioniso è tradizionalmente considerato inventore e protettore: moltiplicazione e trasformazione per sminuire il potere degli artefici tradizionali e affermare l’onnipotenza del nuovo Dio.

Annunci

Informazioni su albertomassazza

nessuna pretesa di verità, ma aprire qualche finestra
Questa voce è stata pubblicata in libero pensiero e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

3 risposte a IL SINCRETISMO CONTRASTATO DEL VANGELO #cristo #dioniso #demetra #osiride #mitra

  1. Remo Spatola ha detto:

    sempre in mezzo il cristianesimo?? ma che c’entra?? Alessandro Magno ha preparato il terreno a tante cose, tante ne ha fatte… ma il cristianesimo proprio no??!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...