ESTETICA E POETICA #arte #forma #sostanza

Estetica e poetica sono due termini strettamente correlati. Parlando dell’uno,
si parla indirettamente (ma non secondariamente dell’altro). Entrambi hanno come soggetto privilegiato il bello artistico, sia pure inteso in senso post-moderno. Ma c’è una sostanziale differenza tra i due termini, determinata dalla diversa prospettiva di osservazione: l’estetica, partendo dal visibile, ricerca in esso le tracce dell’invisibile; la poetica, focalizzandosi sull’invisibile, indaga sui processi che lo portano a manifestarsi nel visibile. In pratica, l’estetica mette al centro della sua indagine, la forma; la poetica ha, come interesse prioritario, la sostanza.

Annunci
Pubblicato in libero pensiero | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento

MEMORIE DI UN BUSKER #poesia #arte #strada

Ho imparato ad imbrigliare
la vanità: non è una costante,
l’ego è un’anguilla, si sa,
ma è duro risalire la corrente
di questo fiume alimentato
dal torrente della bellezza
e dalle lacrime della pietà.

Vedo occhi indagatori
ed altri che dispensano sorrisi,
inconfessabili godimenti estetici
malcelati da pudori perbenistici,
giudici inappellabili che sentenziano
senza generiche attenuanti.

La chitarra è la mia croce,
un fucile che spara a salve
dopo aver rombato come il tuono.

Pubblicato in mito moderno | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

LA MISURA DELL’AUTENTICO #arte #epos #pathos

Epos e pathos sono ingredienti necessari in ogni opera d’arte, specie quando queste sono venate di dramma, di malinconia, di sofferenza, di aspirazione all’oltre. Ma proprio nella giusta misura, nel dosaggio da farmacista di questi due ingredienti sta il limes tra l’autentico e il finto nell’arte. Ciò perché epos e pathos sono immediati, non richiedono alcun giudizio critico a giustificazione dell’abbandono al godimento estetico. Questa totale accondiscendenza della fruizione nei confronti dell’opera d’arte è il virus più letale per l’autenticità artistica; un virus che uccide con la lusinga e la compiacenza consolatoria, avviando l’opera sulle strade lastricate d’oro della stereotipia.
Così come il comico che si preoccupa che il suo humor sia compreso da tutti, cade fatalmente nel pantano del cliché. L’humor dev’essere piuttosto sottoposto al giudizio del pubblico, per capire dove, come e quando funzioni meglio. Ma funzionare meglio non deve essere sinonimo di soddisfazione della pancia del pubblico, quanto della capacità di generare una dialettica nel pubblico e in ogni individuo preso per sé.

Pubblicato in libero pensiero | Contrassegnato , , , , , , , , , | Lascia un commento

NAUFRAGIO DELL’EROE #Poesia #eroe #romanticismo

Perché l’eroe passava per le soste d’amore come passa via la tempesta,
ogni tappa, ogni batter di cuore per lui, lo portava più in alto,
passava al finir dei sorrisi, già distratto altrimenti.
R.M. Rilke, VI Elegia Duinese

Sicuro! Un tempo era
così: di questo ne traboccano
i romanzi a testimonio.
Ma ora, eccolo l’eroe,
sedotto e abbandonato
dalle sua proprie idee
e dal fascino da esse
esercitato. Non più stuoli
di vestali al suo passaggio
si dispongono al martirio,
ma lo abbandonano acclamandolo
al suo destino solitario.

Pubblicato in mito moderno | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

REQUIEM #poesia #spiritolibero #pensiero

#VentagliDiParole

Albertomassazza's Blog

don_giovanni_scala_milo-manara-finale-di-don-giovanni-tavola-originale-in-mostraTu non avrai più voce, ugola
rara, e il canto a bocca chiusa
risuonerà per valli interiori,
dove, su spettrali rami,
marciscono i germogli abortiti
di copernicane rivoluzioni.

Con voce paterna, disse di te
il fato che fosti nato stanco,
pusillanime Raskolnikov; inudito,
l’inaudito lavorio interiore
giammai produsse funzione
ancillare al Moloc bonario
e sorridente del benessere.

Vano svelare, bastardo
Don Chisciotte, lo schiudersi
di fiori che altri non potevano
godere, morigerati gaudenti
incarcerati nel bianco e nero
della morale asservita al potere.

Spirito libero e libero pensiero,
intrappolati nelle ragnatele
dell’anima e del cuore, più
non dibattono le loro esauste
ali d’albatro, ma rassegnati
attendono l’ultimo rantolo.

View original post

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

LA COSCIENZA DEL MESEMBRIANTEMO #poesia #natura #fiori

#VentagliDiParole #PoesiaeVita

Albertomassazza's Blog

mesembriantemoSe fossi stato saggio come te,
mesembriantemo, avrei dischiuso
al sole le mie stanze, lasciando
penetrare il disseccante raggio
fino al recondito angoletto, dove
s’annida, gravido d’ambiguo estro,
l’umore che sconquassa e non tollera
la monotonia della quieta vita.
All’insinuante roseo vespertino
avrei serrato l’intimità di quelle
stanze, mesembriantemo, come i tuoi
fiori, mirabili nello splendore
del giorno e ripiegati timorosi
all’avvolgente ombra della sera.
Tu dalla norma del vaso ti diffondi
e non ti intimorisce la pietraia,
che troppo urge la linfa alla vita
selvaggia; di poche gocce d’acqua
ti sostenti e dall’aridità produci
a frotte le meraviglie del tuo fiore
coscienzioso, mesembriantemo,
carnoso sempreverde. Io, barbaro
ingenuo, m’illusi di poter stare
al mondo tenendo istinto ed estro
a fior di pelle, senza filtro.
E non ho trovato ancora i tempi
giusti e ormai dispero di trovarli,
i giusti tempi della fioritura
e del ben simulato appassimento.

View original post

Pubblicato in Uncategorized | Lascia un commento

ASSOLATO ASSOLUTO RISOLTO #poesia #luce #calore

Baciami, sole, ma poi
lasciami andare;
ho ancora tante ombre
da attraversare e non è mai
stabile il tuo calore.
Io seguo la mia indole
e depistarmi è inutile;
risparmiami, dunque, le tue vane
promesse di luce: io aggiro
la barriera dei tuoi raggi.

Pubblicato in libero pensiero | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento